Tel. 3896132590 – 3666807316                  Via Notaio Policardo, 10 Pantelleria, PT

     

    Le Terme di Pantelleria

    ZONE TERMALI

    Pantelleria è un centro di benessere naturale dove è possibile fare saune e fanghi termali a stretto contatto con la natura.

    CALA GADIR

    Antico borgo marinaro. Principale attrazione è l’acqua termale, zona frequentata tutto l’anno in quanto ci sono delle vasche al livello del mare, ricavate in punti di affioro narurale. L’acqua della sorgente e ricca di Sali minerali infatti viene usata per curare artrosi e reumatismi. Sulle pareti delle vasche cresce un alga che viene utilizzata per curare sinusiti, raffreddori e piccoli problemi alle vie respiratorie.

    GROTTA DI SATARIA

    Conosciuta si dall’antichità per le sue acque termali. L’acqua calda che raggiunge i 40°, viene fatta confluire in apposite vasche, due all’interno della grotta e una più grande all’esterno e comunicante con il mare.

    PUNTA DI NIKA’

    Sotto il costone c’è un insenatura dove sgorga dagli scogli una sorgente di acqua termale con temperatura che raggiunge i 70°. La si può raggiungere sia via terra che via mare.

    Posto bellissimo e molto rilassante

    GROTTA BENIKULA’

    Zona vulcanica concentrata nella parte sud dell’isola. Dalle fessure della roccia fuoriesce vapore acqueo misto a gas. Da uno dei sentieri che porta alle favare c’è una zona chiamata Banikulà dove c’è la favara più utilizzata infatti viene chiamata “Grotta di Benikulà”. Il vapore sfocia in una grossa la quale viene usata per una sauna rilassante e per curare reumatismi.

    FAVARE

    Sono getti di vapore d’acqua che possono raggiungere anche i 100° e che fuoriescono da fessure della roccia accompagnati qualche volta di emissione di anidride solforosa e acido solfidrico.

    LAGO SPECCHIO DI VENERE

    Bacino lacustre situato nella parte nord dell’isola occupa il fondo di una depressione di origine calderica. Il lago è alimentato sia dalle piogge che dalle sorgenti termali, infatti nei periodi dove non piove la superficie si riduce lasciando a secco la fascia marginale poco profonda e ricca di fango nero- verdastro, dovuto al deposito di alghe termofile caratterizzate da un odore forte di zolfo. Questo fango viene utilizzato per uso terapeutico. Le sorgenti che alimentano il lago si trovano nella parte sud del lago e la temperatura varia dai 40° ai 50°.